Alcuni materassi rientrano nell'elenco dei dispositivi medici e quindi la spesa può essere detraibile. Inoltre il Bonus Mobili permette di detrarre la spesa di un nuovo materasso. Contattate Secilflex e saremo felici di aiutarvi e di darvi maggiori informazioni

Dispositivi Medici, Materassi e Bonus Mobili: come funziona la detrazione?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Oggi la Secilflex Academy vuole parlare di due opportunità riservate a chi si appresta a comprare un nuovo materasso: la detraibilità della spesa del materasso come dispositivo medico e il Bonus Mobili 2021 (o “Bonus materasso”)

Cosa significa “dispositivo medico”? La definizione

Per parlare della detraibilità del materasso facciamo una doverosa precisazione. 

Il Decreto Legislativo 8 settembre 2000, n. 332, afferma che un dispositivo medico èqualsiasi strumento, apparecchio, impianto, sostanza o altro prodotto, utilizzato da solo o in combinazione, compreso il software informatico impiegato per il loro corretto funzionamento, la cui azione principale voluta nel o sul corpo umano non sia conseguita con mezzi farmacologici ne' immunologici ne' mediante processo metabolico, ma la cui funzione può essere assistita da questi mezzi, e destinato dal fabbricante ad essere impiegato nell'uomo a scopo di:

1) diagnosi, prevenzione, controllo, terapia o attenuazione di una malattia;

2) diagnosi, controllo, terapia, attenuazione o compensazione di un trauma o di un handicap;

3) studio, sostituzione o modifica dell'anatomia o di un processo fisiologico;

4) intervento sul concepimento.”

Cosa vuol dire “detrazione fiscale per dispositivi medici?”

I dispositivi medici godono di una speciale caratteristica: la spesa per essi sostenuta può essere inserita nella dichiarazione fiscale a fine anno. Nello specifico è possibile detrarre dall’Irpef il 19% del costo totale

Il materasso è un dispositivo medico

Il primo punto del Decreto Legislativo 8 settembre è importantissimo: afferma che un dispositivo medico è qualcosa che serve a prevenire ed attenuare malattie o problemi fisici.

Si ribadisce qualcosa che diciamo da tempo: ossia che i dispositivi del sonno sono fondamentali per la nostra salute e che non bisogna assolutamente sottovalutare la loro importanza.

Affinchè la spesa per un materasso possa essere detratta, tuttavia, è fondamentale che:

  • Il materasso sia ortopedico o antidecubito;
  • Il materasso abbia l’opportuno marchio CE;
  • Nello scontrino o nella fattura devono essere riportati i codici AD o PI o comunque tutte le informazioni importanti come nome del modello del materasso e dati del soggetto che sostiene la spesa. Nello specifico il documento di acquisto dovrebbe recitare “Materasso Dispositivo Medico CE Ortopedico o antidecubito Classe 1” seguito dal numero di Registrazione del prodotto che sarà registrato sul sito del Ministero della Salute;
  • La spesa deve essere tracciabile: va quindi utilizzata una carta di credito, bancomat bonifico ecc…

I materassi Secilflex che appartengono alla categoria Dispositivo medico

Nel nostro catalogo segnaliamo be 4 modelli di materasso che possono essere acquistati come “dispositivi medici”:

 

Cosa è il Bonus mobili e come si ottiene? Quando si applica ai materassi?

Parliamo ora della seconda opportunità che potrebbe interessare chi sta cercando un nuovo materasso e allo stesso tempo sta ristrutturando casa.

Il Bonus Mobili, come stabilito dall’Agenzia dell’Entrate, permette ai cittadini italiani “di usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L'agevolazione spetta anche per gli acquisti effettuati nel 2021, ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2020.

La detrazione va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro. Per il 2021 il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione è elevato a 16.000 euro.

L’aspetto ulteriore è che il bonus mobili riguarda anche l’acquisto di letti, armadi, tavoli, sedie, comodini e materassi.

La spesa deve essere ovviamente tracciabile e deve avvenire con bonifico, carta di credito o debito.

Per maggiori informazioni non esitate a contattarci! È il momento giusto per buttare il vostro vecchio materasso e tornare a dormire con qualità.


Banner call to action Secilflex

Parla ora con un esperto del riposo

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Il nostro esperto del riposo ti ricontatterà gratuitamente e senza impegno per una consulenza personalizzata sul dormire bene.

captcha

Categorie Corporate News